Una mamma ci aveva messo in guardia: “Attenzione che ai bambini non piacciono i datteri”. Beh, non è proprio così… almeno a giudicare dalle dita leccate fino all’ultima goccia di miele e dalle poche briciole di noce e pinoli rimaste ieri sui tavoli alla fine del nostro primo laboratorio di antica cucina romana.

Ebbene sì, abbiamo avuto la conferma che la cultura passa anche attraverso la gola: una ricetta di più di 2000 anni fa, giunta fino a noi grazie al ricettario di un buongustaio visionario e folle di nome Apicio, ha permesso ai piccoli aspiranti chef e ai loro genitori di scoprire un gusto nuovo e antico al tempo stesso, rallegrando il nostro museo e addolcendo questa calda domenica di ottobre trascorsa insieme.

Grazie a tutti per aver partecipato così numerosi e interessati.

Nelle foto la preparazione, l’impiattamento e l’assaggio dei “Dulcia domestica“, ricetta tratta dal libro VII del “De Re Coquinaria” di Marco Gavio Apicio e preparata alla perfezione dai nostri piccoli amici insieme a mamma e papà!

Share This

Il sito del Museo APR utilizza i cookie.
Perché? In breve, per 3 motivi:
1. Migliorare l'esperienza di navigazione;
2. Permettere la condivisione e i like sui social media;
3. Capire come gli utenti navigano il sito in modo poi, da migliorarlo.

Se sei d'accordo clicca su "Ok, acconsento". Grazie.
Per saperne di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close