Ciao a tutti!
Sembra essere arrivata la bella stagione e nel mese di aprile potremmo trascorrere delle giornate piacevoli all’aperto, qui nella nostra pineta! Abbiamo pensato quindi a un paio di attività per goderci queste belle giornate primaverili!…e ci piacerebbe anche iniziare a raccontarvi di qualche sito archeologico al di fuori del Museo.

Per cominciare non ci allontaniamo molto, e vi accenniamo a un’antica strada romana molto importante, conservata per alcuni tratti nel quartiere di Tor Vergata, poco distante dal Museo APR. Questa strada viene comunemente chiamata “Tuscolo-Fidene”, perchè collegava in passato questi due abitati. Per ricercare le sue origini bisogna andare molto indietro nel tempo quando le antiche “genti latine”, occupavano un territorio che si estendeva dai monti Albani fino alla bassa valle dell’Albula (Tevere) comprendendo ambo le sponde del fiume, connesse da attraversamenti posti all’isola Tiberina e alla confluenza dell’Aniene.
Il nome della città di Tuscolo viene riferito ai Tusci e l’asilo concesso dai Tuscolani all’ultimo re di Roma, l’etrusco Tarquinio il Superbo, potrebbe bastare a ipotizzare che il Tuscolo fu un avamposto etrusco in terra latina. Fidene, per molto tempo fu il primo centro latino oltre il confine settentrionale del territorio romano e spesso fu sottoposta all’influenza di un altro centro etrusco (Veio), assunse poi, e conservò a lungo, la funzione di centro amministrativo del territorio, come Municipium romano.

La strada Tuscolo-Fidene, la cui costruzione è difficile da collocare con una datazione precisa, sicuramente fu utilizzata dai tempi più antichi, prima del V secolo a.C., per tutta l’età romana fino all’ età alto- medievale. Più volte ristrutturata nel corso dei secoli, oggi possiamo ammirarla in ottimo stato di conservazione, in due tratti: nel quartiere abitato di Tor Vergata e all’interno del Campus Universitario, in un prato, accessibile a tutti, a pochi metri dalla facoltà di Lettere e Filosofia.
I due tratti sono riconoscibili per la presenza di un lastricato in basoli grigi, quelle enormi pietre tipiche delle strade romane. Sulla superficie, in alcuni punti, si vedono ancora le tracce lasciate dalle ruote dei carri, le crepidini (i bordi in rilievo sui lati delle strade) e alcuni resti murari appartenenti a sepolture che costeggiavano il percorso stradale.

La strada Tuscolo- Fidene è solo una delle tante tracce archeologiche che oggi possiamo vedere nel quartiere di Tor Vergata e in altri quartieri marginali della Città, ma se continuerete a seguirci ve ne faremo conoscere davvero molti.

Per continuare a parlare di strade antiche abbiamo in programma per il fine settimana di aprile un laboratorio didattico dedicato ai bambini, proprio sulla costruzione delle strade.
Inoltre, invitiamo i più grandi a un’interessante “Escursione Urbana” in centro, nell’area dei Fori Imperiali…ma ve la presenteremo con uno sguardo diverso.

Vi informiamo inoltre che resteremo chiusi martedì 11 aprile per motivi tecnico-logistici e per le festività da sabato 15 a martedì 18, e infine martedì 25 aprile. Vi ricordiamo che tutti gli altri giorni siamo aperti dalle 10.30 alle 16.00.

Vi aspettiamo!


SABATO 29 APRILE

Costruiamo una strada romana

Vi raccontiamo la storia delle strade che oggi percorriamo, costruite al tempo degli antichi romani, progettate con strumenti rudimentali, ma ingegnosi. I partecipanti utilizzeranno strumenti di misurazione topografica antichi per il tracciamento a terra di una strada, riprodotti fedelmente. Quindi si passerà alla realizzazione di un modello in scala di un tratto di strada romana “basolato”, costruita secondo i criteri utilizzati in antico.

DOMENICA 30 APRILE

Escursione Urbana – La storia dei Fori Imperiali dall’età romana all’età contemporanea 

Un itinerario “tradizionale” (Colosseo, via dei Fori Imperiali, piazza Venezia, Campidoglio) si
arricchirà di una caratteristica originale, la storia di questi luoghi illustrata fino all’età contemporanea.
Un archeologo del Museo illustrerà le trasformazioni degli edifici più famosi e racconterà la storia anche recente di una parte tanto famosa della città.